Toscanarte
oasis azienda agricola

seguici su:

Icona Facebook
menu Menu
info e contatti home artisti iscritti iscrizione art news mostre inaugurazioni eventi concorsi newsletter pubblicità directory

Pistoia / MEMORIES

MEMORIES Serena Giorgi - MEMORIES. Il presente non basta.

Domenica 8 ottobre alle ore 17.00, verrà inaugurata la personale di Serena Giorgi, MEMORIES. Il presente non basta, allestimento appositamente pensato per Lo Spazio di via dell'ospizio e formato da pitture, composizioni, concetti, libri d'artista.
Durata : 8/10 - 11/11/2017

Il lavoro di Serena Giorgi è una pratica quotidiana intensa e totalizzante. Vecchie carte, matite, disegni, fogli dipinti, pagine di diario, spaghi e fotografie, tutto viene raccolto e lavorato con metodo artigianale, in un processo rispettoso e creativo.
Le carte sono usate e stropicciate, le parole ridotte a coriandoli, i manifesti e le pagine vengono strappati, così che le immagini e le frasi, con i codici sociali che veicolano, sono scomposti, la narrazione viene frantumata in un caleidoscopio di tessere, a sua disposizione per creare un mosaico inedito.
Il materiale viene allora riordinato, fortificato e strutturato, prendendo vita come monumento di carte, torre di agende o libri-scultura, assemblaggi. In questi ready made allegri e bizzarri, che uniscono le dinamiche pop alle esperienze dadaiste, la presenza potente dell'opera è un portato della fisicità dei materiali e del processo di trasformazione.
La sua poetica nasce letteralmente da questa capacità di "fare" - poiéin - ossia creare, comporre, generare. Collages, dipinti materici e installazioni riflettono una società satura di beni di consumo, che invece di apportare valore riempiono l'esistenza in modo ingannevole. L'ironia con cui lanciano dubbi e quesiti esistenziali - "esiste la perfezione?", "which direction?", oppure "tu ci credi all'aldilà?", ma anche "terra da madre a figlia di nessuno" - rivela la necessità di una riflessione profonda, che conduce a scelte etiche e valori.
Il volto e lo sguardo che ricorrono in molti lavori sono metafora del guardare il mondo, la natura e il paesaggio, ma soprattutto del guardarsi dentro. La sua riflessione sull'identità assume declinazioni e qualità del femminile: il processo creativo come gestazione, la sensualità fisica dei materiali, la protezione della fragilità, la grazia dell'ironia.
L'artista nell'ultima fase del suo lavoro sviluppa il rapporto con il sé e, dopo aver sondato lo scarto tra percezione e verità interiore con "Misunderstanding" (2014), affronta un'indagine più profonda e coraggiosa, che getta luce sull'intimità, esplora i segreti che ciascuno tiene nascosti come grovigli di sentimenti in stanze chiuse.
Qui si scoprono i labirinti del cuore con fili che non si dipanano, le parole scritte a sé stessi e mai ascoltate, la fragilità di momenti vissuti e ormai consumati come pagine sottili, il bisogno di proteggersi voltando la carta all'esterno. In questo nucleo vulnerabile dell'intimità sta la bellezza dell'essere umano, sembra dirci l'artista. L'esperienza di scoprirla nel profondo è il processo che affida all'arte come percorso rivelatore, un'esperienza cui affidarsi per generare coscienza del presente. (Federica Lessi)

Il ricordo è la traiettoria per ordinare, tenere insieme e raccogliere. Con MEMORIES ho cercato di risemantizzare storie e memorie, attimi e sensazioni. I nostri ricordi sono sempre lì, sparsi per il mondo, nelle nostre mani, sotto i fogli, tra la polvere, in attesa di essere rievocati di nuovo – In modo diverso, o nella stessa maniera. Il presente non può bastare e tutti abbiamo bisogno di storia. (Serena Giorgi)

La mostra sarà visibile fino a sabato 11 novembre.

Serena Giorgi nata a Cecina in Toscana vive e lavora a Milano. Dipinge, disegna e realizza oggetti d’arte da sempre. Uno dei suoi primi ricordi d’artista è legato ad un disegno di Pinocchio, ancora oggi è esposto nella scuola elementare di Marina di Cecina. Ha frequentato l’Istituto Statale d’arte di Volterra dove ha conosciuto uno dei suoi maestri e ispiratori Aldo Del Colombo, professore di disegno artistico. Ha studiato all’Accademia di Belle Arti di Firenze, nella scuola di pittura di Gianfranco Notargiacomo, uno dei pionieri dell’informale in Italia. Diplomata con Andrea Gennari, docente di anatomia artistica, h frequentato il corso di storia dell’arte e calcografia presso la scuola internazionale d’arte “Il Bisonte di Firenze” diretta da Franco Fanelli. Negli anni seguenti ha seguito corsi di approfondimento sull’acquerello e sull’acrilico con alcuni maestri dell’illustrazione europea come Stepan Zavrel e Kveta Packowska, partecipando anche ai corsi sul libro d’artista tenuti a Venezia da Elias Benavides. Ha esposto in diverse collettive e personali a Milano, Padova, Venezia ricevendo diversi riconoscimenti. Di recente ha iniziato a collaborare con la rivista dell’Ospedale San Raffaele di Milano.

Luogo dell'evento: Lo Spazio
Via dell'Ospizio n° 26/28 - 51100 Pistoia (PT)
Tel: 057321744


Foto..

Luogo dell'evento

PRO2017

Tipo3 120x360 newsletter

Turo

Niconew

Due giorni

T3

TabletToscanarteNew

Tipo4 adv

Realizzazione siti web by TimeforWeb Xela Web Studio - Partita iva: 02082050978 | Note legali - Privacy
Per migliorare l'esperienza di navigazione questo sito utilizza cookies, clicca su "consento" per abilitarne l'utilizzo. Consento